Il grande caldo è arrivato.  Ecco poche semplici regole per aiutarci

Regola 1: non esagerare con le calorie. Con il caldo il nostro fabbisogno energetico diminuisce di circa 200-300 calorie al giorno, l’organismo non deve più contrastare il freddo e quindi brucia meno. Occhio allora a porzioni e grassi.

Regola 2: mangiare leggero.
Con l’estate e l’aumento della temperatura anche i processi digestivi diventano meno efficienti. Il segreto è quindi mangiare più spesso e cose più digeribili. Ridurre le carni rosse e aumentare il consumo di pesce, che è facilmente digeribile perché poco calorico e ricco di acidi grassi che combattono il colesterolo cattivo. Alcune spezie e aromi possono aiutare: menta, cumino, zafferano e cardamomo favoriscono la digestione  mentre peperoncino, zenzero, pepe nero aumentano la temperatura interna e fanno sudare di più.

Regola 3: attenzione alla proliferazione dei batteri. Con l’incremento della temperatura aumenta anche il rischio di contaminazione dei cibi da parte di agenti patogeni. Serve allora aumentare il consumo di yogurt che protegge e rafforza le difese naturali dell’organismo e aiuta ad assorbire meglio vitamine e minerali. Ottimo per esempio usarlo come ingrediente nei frullati di frutta fresca.

Regola 4: reintegrare i sali minerali persi. Con il caldo, è ovvio, aumenta la sudorazione. Contro la perdita di sali e liquidi bisogna bere almeno 2 litri di acqua al giorno, va benissimo anche quella del rubinetto. Consumare poi tanta verdura (cetriolo, sedano, radicchio, pomodori) e frutta (albicocche, ciliege, pesche, prugne) che contengono molta acqua, dal 75% fino al 95% (come nel caso di cocomero e melone). Evitare di bollire le verdure perché si impoveriscono di vitamine e sali.

Regola 5: attenzione a bambini e anziani. Le persone in età avanzata sono più soggette alla disidratazione perché con il passare degli anni il meccanismo che regola la sensazione di sete può diventare meno efficiente. Bisogna quindi integrare la loro dieta con potassio e magnesio, facendo mangiare loro tanta frutta e verdura in particolare banane, albicocche, mandorle, semi di girasole, lattuga, e anche i cibi integrali.

Regola 6: no al gelato al posto del pranzo. Scegliere il gelato come sostitutivo di uno dei pasti principali si può fare solo ogni tanto. Non è un’abitudine da prendere perché, anche se non si ha fame o si è molto golosi, questo alimento risulta sbilanciato, carente di vitamine, troppo ricco di carboidrati e grassi. Molto meglio fare un pasto più leggero (ad esempio un secondo con verdura) e poi se si vuole aggiungere una piccola porzione di gelato.

Esempio di dieta ANTICALDO

colazione: yogurt  o latte + cereali e frutta fresca o pane  integrale e marmellata

pranzo: un bel piatto unico come insalata di riso (o pasta o orzo) con tante verdure fresche e un po’ di proteine come uova o legumi e per finire una macedonia di frutta

cena: una porzione di pesce, accompagnato da pomodori o da un’insalata di carote e lattuga

spuntini a metà mattina e pomeriggio: frutta semplice o frullato con mela, fragole e banane o un gelato alla frutta.